SENTIERI E RIFUGI

CARSO TRIESTINO

Sentiero n. 012

SENTIERO NICOLO’ COBOLLI

Borgo S.Nazario – Monte Gurca – Poggioreale – Sella di Opicina

 

Dettagli:

Partenza: 
Strada Vicentina – Bivio sentiero n. 001 (quota 270 m)

Arrivo:
Sella di Opicina – Bivio sentiero n. 001 (quota 343 m)

Dislivello:  222 m

Lunghezza: 4 Km

Tempo di percorrenza: 1 h 45′

Punti di appoggio: Borgo S. Nazario (ristori e bus) – Sella di Opicina (trenovia e campeggio)

Carta Tabacco: 047

 

Download:

mappa Mappa

DESCRIZIONE DEL PERCORSO:

Partendo da Borgo S.Nazario di Prosecco, si imbocca la strada Vicentina (Napoleonica e sentiero n° 001), arrivando in un paio di minuti ad un piccolo belvedere, a sinistra del quale, inizia il sentiero n. 012 (quota 270 m).
L’itinerario parte in salita e, proseguendo su terreno carsico, arriva alla Vedetta d’Italia (quota 319 m). Vista splendida a 360° dalla costa istriana a Trieste ed il suo golfo, alla pianura friulana e le Prealpi carniche, con alle spalle il Carso e le alpi Giulie.
Si continua nel bosco, in discesa per arrivare nel piazzale antistante il Tempio Mariano di Monte Grisa.
Si supera la rotonda, imboccando una Via Crucis. Superate le varie Stazioni, si gira a destra sul sentiero che si inoltra nel bosco, arrivando al Monte Gurca (quota 370 m).
Si prosegue nella bella pineta scendendo ad una selletta, per poi risalire alla seconda cima e scendere nuovamente arrivando ad una carraia.
Da qui si sale di nuovo leggermente, e superata la piccola vetta, si ritorna ad un’altra carraia; la si segue a destra e poi a sinistra incontrando un bivio, lo si supera tralasciando a destra la larga scorciatoia e risalendo diritti si arriva alla sommità del bosco Burgstaller – Bidischini.
Infine si scende ancora un po’ per poi risalire alla cima del colle Poggioreale (quota 393 m), passando accanto ai resti della Vedetta Ortensia.
Superati i ruderi, si scende nell’ampia pineta Bertoloni, sbucando sulla Sella di Opicina, contrassegnata dal grande obelisco, accanto ad un piccolo posteggio auto con splendida vista su Trieste, e la fermata della trenovia Trieste – Opicina, al bivio col sentiero n. 001 (quota 343 m).

 

 

© 2019 Commissione Giulio Carnica Sentieri, Rifugi e Opere Alpine - Tutti i diritti riservati - Note legali - Note carte Tabacco