SENTIERI E RIFUGI

ALPI CARNICHE

Via Ferrata “Cretòn di Culzèi”

Cima del Cretòn dell’Arco – Cima Cretòn di Culzèi – Forca dell’Alpino

 

 

Dettagli:

Partenza: 
Cima del Cretòn dell’Arco (quota 2353 m)

Arrivo:
Forca dell’Alpino (quota 2302 m)

Dislivello ferrata: 250 m

Punti di appoggio: nessuno

Difficoltà: PD (vedi legenda)

Sezione CAI di competenza: Sappada

Carta Tabacco: 01 Sappada – Forni Avoltri

Numero ferrata: 317aF

 

Mappe:

mappa Mappa
Altimetria

DESCRIZIONE DEL PERCORSO:

Raggiunta la Cima del Cretòn dell’Arco (quota 2.353 mt) ore 1.30 dal passo dell’ Arco, percorrendo la Via Ferrata “Simone Piller Hoffer” , proseguire scendendo dal lato sud-ovest della Cima del Creton dell’Arco alla sottostante forcella (due brevi tratti attrezzati). Risalire sul lato opposto per il versante est che dà sul Cadìn delle Vette Nere e aiutati da altri 30 metri di attrezzatura si ritorna in cresta, dove con un ulteriore tratto di sentiero si è in breve alla congiunzione con la ex “ferrata dei 50” (quota 2.350 mt) nel suo tratto intermedio più delicato.
Possibilità di salire alla vicina Cima di Rio Bianco (quota 2.400 mt).
Si prosegue passando per il Lastròn di Culzèi ed il Cretòn di Culzèi-Mittòk Plotte (quota 2.460 mt), sino alla Forca dell’Alpino (quota 2.302 mt) con tratti attrezzati impegnativi ed esposti.

Si ricorda che il sentiero va percorso muniti di adeguata attrezzatura (kit da ferrata).

 

 

© 2024 Commissione Giulio Carnica Sentieri, Rifugi e Opere Alpine - Tutti i diritti riservati - Note legali - Note carte Tabacco