SENTIERI E RIFUGI

ALPI GIULIE

Via Ferrata “Anita Goitan”

Vedi note agibilità

Forcella di Riofreddo – Forcella Lavinal dell’Orso

 

 

Dettagli:

Partenza: 
Forcella Riofreddo (quota 2240 m)

Arrivo:
Forcella Lavinal dell’Orso (Sentiero CAI n. 626 quota 2138 m)

Dislivello ferrata: +850 m -1000 m

Punti di appoggio: Rifugio Corsi

Difficoltà: D (vedi legenda)

Sezione CAI di competenza: Trieste Società Alpina delle Giulie

Carta Tabacco: 019 Alpi Giulie Occidentali – Tarvisiano

Numero ferrata: 626F

 

Mappe:

mappa Mappa
Altimetria

DESCRIZIONE DEL PERCORSO:

La ferrata si sviluppa sul semicerchio di pungenti guglie meridionali del gruppo dello Jôf Fuart.
Parte dalla Forcella di Riofreddo fino ad arrivare alla Forcella Lavinal dell’Orso; essa costituisce la logica prosecuzione del sentiero Ceria Merlone. Si percorrono cenge spettacolari, paurosi spiragli che incombono nel vuoto ombroso e selvaggio, ad un’altezza che si aggira tra i 2100 e 2300 metri. Ha uno sviluppo di 4,5 Km.
Dalle pendici dello Jôf Fuart il sentiero percorre le linee di trincea dell’ impero austro-ungarico, dove sia nella Forcella Mosè sia subito sotto la Cime Castrein, si possono apprezzare le rovine delle teleferiche di guerra.
La ferrata è stata terminata nel 1973 e dedicata alla memoria di Anita Goitan, alpinista e sciatrice triestina.

Si ricorda che il sentiero va percorso muniti di adeguata attrezzatura (kit da ferrata).

 

AGIBILITA’

divieto


INAGIBILE (18.06.2021).
LAVORI in corso sulla FERRATA a partire da 06/10/2023.

 

 

PARTICOLARITA’

particolaritàL’itinerario, pur non avendo passaggi molto difficili nel complesso dal punto di vista ambientale, è considerato difficile tenendo conto dello sviluppo, del terreno e della continua esposizione.

 

© 2024 Commissione Giulio Carnica Sentieri, Rifugi e Opere Alpine - Tutti i diritti riservati - Note legali - Note carte Tabacco