SENTIERI E RIFUGI

PREALPI GIULIE

Sentiero n. 704

Val Venzonassa – bosco Bombasine – Bivio sentiero n. 708

 

Dettagli:

Partenza: 
Rotabile Val Venzonassa (curva Del Gran Rio 3.5 km da Venzone) (quota 525 m)

Arrivo:
Bivio sentiero n. 708 (quota 800 m)

Dislivello: 420 m

Lunghezza: 8,5 Km

Tempo di percorrenza: 3h (circa)

Punti di appoggio: nessuno

Carta Tabacco: 020

 

Download:

mappa Mappa

DESCRIZIONE DEL PERCORSO:

Dopo Venzone, a destra, si trova il bivio per Borgo Sottomonte.
Passando l’abitato di Pragiel si prosegue senza mai abbandonare questa strada fino a Borgo Costa (quota 525 m) e si prosegue fino ad arrivare ad una curva, che a destra, presenta uno slargo nel quale parcheggiare l’auto e nel quale si trovano varie segnaletiche CAI.
Sempre a destra del parcheggio si trova l’imboccatura del sentiero n. 704. Il primo tratto è in discesa fino all’attraversamento della Venzonassa mediante un ponticello di cemento (quota 380 m).
Il sentiero segue in prevalenza la Venzonassa per cui, si potranno ammirare dall’alto, le varie anse e le “vasche” scavate dalla veemenza delle acque. Si prosegue con lievi saliscendi fino alla confluenza con il canale di raccolta della Val Moeda (quota 420 m) attraversato il quale (difficoltà di attraversamento a seguito precipitazioni piovose intense) si incontra a destra, il bivio per il sentiero n. 718 (direz. Ledis).
Il sentiero prosegue costeggiando la Venzonassa fino alla confluenza con il Rio Bombasine (quota 461 m) attraversato il quale, si piega a destra salendolo e costeggiandolo fino al bosco Bombasine (quota 750 m) ed infine al bivio con il sentiero n. 708 (quota 800 m) che in quel tratto è caratterizzato da una traccia carrabile.
I sentieri n. 704, 708, e 718 formano due “anelli” molto interessanti, che evitano il percorso a ritroso sul sentiero stesso. Quindi se si vuole percorrere l’anello lungo si potranno percorrere in sequenza i sentiero n. 704 e 708; se si vuole percorrere l’anello corto si dovranno percorrere in sequenza i sentiero n. 704, 718 ed il 708 dalla Chiesetta di Ledis in poi.

 

FOTO

 

 

 

© 2020 Commissione Giulio Carnica Sentieri, Rifugi e Opere Alpine - Tutti i diritti riservati - Note legali - Note carte Tabacco