SENTIERI E RIFUGI

PREALPI GIULIE

Sentiero n. 728a

 

Bivacco Coi – Casera Ungarina

 

Dettagli:

Partenza: 
Bivacco Coi (quota 1308 m)

Arrivo:
Sant’ Anna di Carnizza (quota 1077 m)Bivio sentiero 701 (quota 1600 m)

Dislivello: n.d.

Lunghezza: 4,5 Km

Tempo di percorrenza: 2h

Punti di appoggio: Bivacco Coi

Carta Tabacco: 020

 

Download:

mappa Mappa

DESCRIZIONE DEL PERCORSO:

Il sentiero 728a è stato tracciato in sostituzione al 728 (chiuso) perché inagibile e molto pericoloso a causa della frane che incombono sul sentiero stesso.
Percorrendo la SS13 verso. nord si oltrepassa Venzone (per altri 3 Km circa) fino a raggiungere il ponte sul Rio Pissanda. Subito dopo il ponte a destra c’è un largo dove è possibile parcheggiare l’auto. Attraversando il rio Pissanda si incontra l’imbocco del sentiero 728a. Il sentiero si inerpica attraverso un bosco di faggi e noccioli fino al bivacco Coi a quota 1308m.
Proseguendo in direzione del Ric. Bellina, su un falsopiano, si incrocia, sulla destra il sentiero per la casera Ungarina. Proseguendo per questo sentiero si giunge ad incrociare il sent. 728 poco sopra il Ric. Bellina, per tanto, il sentiero 728a termina sul sentiero 728. Infatti se si scende di alcuni metri verso destra si raggiunge il Ric. Bellina se di prosegue verso destra si sale fino ad incrociare il sentiero 701 poco sotto il Passo Maleet (1650m). il sentiero 701 prosegue a destra verso il Monte Plauris ed a sinistra verso il Rif. Franz e successivamente verso l’abitato di Tugliezzo.
NOTA: Sentiero EEA. Il percorso in salita è molto ripido e faticoso, fino al Bivacco Coi ed ha un tratto attrezzato che aiuta gli escursionisti a risalire una gola. La discesa verso Portis – dopo il Bivacco Coi – richiede una particolare attenzione, in funzione della pendenza molto pronunciata e dal fondo che in alcuni tratti e reso scivoloso dal ghiaino. E’ consigliabile percorrere il sentiero in salita verso il Ric. Bellina e quindi verso il Passo Maleet e da li scendere verso il Rif. Franz e successivamente verso l’abitato di Tugliezzo. Questa alternativa impone la presenza di un mezzo di trasporto a Tugliezzo.

 

 

PARTICOLARITA’

particolaritàA monte del Ric. Bellina ci sono le rovine del Rif. Chiariguard distrutto da una slavina anni or sono; Stambecchi e caprioli; Faggio, nocciolo, carpini e pino nero.

 

 

FOTO

 

 

© 2020 Commissione Giulio Carnica Sentieri, Rifugi e Opere Alpine - Tutti i diritti riservati - Note legali - Note carte Tabacco